VIA DELLE ORFANE, 19

ID# Destinazione: 1754
via delle orfane 19, centro,
TORINO, 10122, Italy
Città
Appartamento
  • 1190
  • 0
  • 1 Camere
  • 1 Bagni
  • 60 sq m

Descrizione

PER INFO E PRENOTAZIONI: ✉ info@soggiornidautore.it  ☎ +393284115724   +393338553959

🎤 DISTANZA DA PALA ALPITOUR:  6 KM

⭕ DISTANZA DAL CENTRO:  0 KM

Stazione DISTANZA DALLA STAZIONE FERROVIARIA: PORTA NUOVA 2 KM; PORTA SUSA 2,5 KM

🚌DISTANZA DAI BUS PER/DA AREOPORTO: 1,5  KM

Piccolo aeroplano DISTANZA DALL’AREOPORTO PERTINI – TORINO CASELLE: 15 KM

 

Appartamento mansardato al quarto piano (senza ascensore) di un antico edificio del centro storico di Torino. L’alloggio è costituito da una camera matrimoniale con 2 letti, bagno con doccia e tinello con una comoda zona cucina. Nel tinello è disponibile un divano letto per 2 persone. La cucina è moderna e completamente attrezzata.

L’appartamento è sito nell’affascinante piazzetta della Consolata, meta di turisti e di devoti. Qui è possibile visitare  il Santuario della Consolata, anche conosciuto con il nome di Chiesa di Santa Maria della Consolazione, risalente all’epoca paleocristiana, ma rivisitata nel 1700 in modo radicale da Filippo Juvarra, con il gusto barocco dell’epoca. Di notevole interesse sono, inoltre, il Campanile della Chiesa, costruito nell’XI secolo e rimasto la sola testimonianza della precedente chiesa romanica e la facciata neoclassica del Santuario risalente al 1860. Il Santuario della Consolata conserva la celebre e suggestiva  galleria degli ex voto – piccoli quadretti dipinti, donati al Santuario per ringraziare la Madonna dopo una grazia ricevuta.

In piazza della Consolata il turista può gustare uno dei simboli di Torino, nato proprio qui nell’iconica caffetteria “Il Bicerin”, un pezzo della antica Torino. L’invenzione del bicerin nasce proprio in questo locale  locale. Questa gustosa bevanda calda rappresenta uno dei simboli dello scrigno del gusto torinese. Il rituale del bicerin fin dall’Ottocento venne declinato in tre varianti: pur e fiur (simile all’odierno cappuccino), pur e barba (caffè e cioccolato), ‘n poc ‘d tut (ovvero “un po’ di tutto”), con tutti e tre gli ingredienti. Quest’ultima formula fu quella di maggiore successo ed è quella servita ai nostri giorni prendendo il nome dai piccoli bicchieri senza manico in cui veniva servita (bicerin, appunto).

 

CIR 00127201553

Caratteristiche

Wi-fi

Informazioni aggiuntive

N. Persone: 2 + 2